nuovo store gusto 17 centro storico salerno

Gusto 17 e il migliore gelato artigianale conquista il centro storico di Salerno

Gusto 17 e il migliore gelato artigianale conquista il centro storico di Salerno

La bontà di un gelato artigianale non ha confini: sa mettere d’accordo proprio tutti a qualunque latitudine dell’Italia. Gusto 17 è lieta di annunciare l’imminente apertura del suo nuovo store a due passi dal centro storico di Salerno.
Porteremo in riva al mare tutto ciò che da sempre ci contraddistingue: la passione per il miglior 17gelato artigianale, la qualità delle materie prime del territorio, l’attenzione alla stagionalità e quel “savoir-faire” artigiano che ci permette di trasformare ogni gusto in un’esplosione di sapori.
Questo infallibile mix di ingredienti ha permesso a Gusto 17 di essere presente nella lista delle 100 migliori eccellenze italiane della prestigiosa rivista Forbes. Al tempo stesso la famosa “Guida del Gambero Rosso” ha inserito i nostri store milanesi tra le “Migliori Gelaterie d’Italia”.
Lavoreremo per tagliare ancora una volta questi fantastici traguardi anche a Salerno. Non ti resta che venire ad assaporare i nostri nuovi 16 gusti (più uno scelto direttamente da te) nel nuovo punto vendita di Piazza Sedile di Portanova.

Una passeggiata tra le viuzze del centro storico di Salerno

Il nuovo store di Gusto 17 è collocato in Piazza Sedile di Portanova che potremmo definire lo spartiacque tra la città vecchia e quella nuova. Infatti, proprio qui confluisce corso Vittorio Emanuele, la moderna via dello shopping della città con i suoi negozi di griffe e grandi marchi intermezzati da tanti piccoli grandi locali in cui gustare le prelibatezze campane.
Dalla parte opposta della piazza troviamo invece via dei Mercanti, la strada che conduce al centro storico di Salerno. Nell’antichità piazza Portanova rappresentava la porta di accesso alla città: un ingresso su un suggestivo borgo medioevale capace tutt’oggi di raccontare con le sue viuzze e le sue mura un’epoca fatta di scorribande, pirati, normanni, longobardi e soprattutto tanta cultura.

Le botteghe artigianali di via Mercanti

La prima tappa del nostro tour nel centro storico di Salerno è ovviamente via Mercanti, la quale, come facilmente intuibile dal nome, è caratterizzata da numerose botteghe. Un tempo questa area del borgo veniva chiamata “Drapparia”, in quanto le attività più diffuse erano proprio i negozi di tessuti, chiamati nel gergo cittadino “drappi”.
Oggi nella via le attività artigianali restano predominanti: all’ombra delle antiche insegne è ancora possibile scovare piccoli imprenditori che coniugano il sapere artigiano con l’innovazione per dar vita a prodotti capaci di portare in alto la bandiera del “Made in Italy” nel mondo.
La passeggiata in via Mercanti si conclude in “Largo Campo”: giusto il tempo per rinfrescarsi ed ammirare la bellissima Fontana dei Pesci progettata da Luigi Vanvitelli, l’architetto che realizzò la magnifica Reggia di Caserta.

La leggenda del Duomo di Salerno

Per chi percorre il centro storico di Salerno è d’obbligo visitare almeno una volta la cattedrale di San Matteo (patrono della città), più comunemente nota come Duomo di Salerno.
La sua maestosità traspare fin dall’ingresso con la celebre “Porta dei Leoni”. I due leoni che vigilano sull’entrata della cattedrale sono i protagonisti di una leggenda. Nel Medioevo la città era diventata un obiettivo delle incursioni dei pirati.
I salernitani, intimoriti dai continui attacchi, si rifugiarono nel Duomo per pregare e chiedere aiuto a Dio, il quale ascoltò le loro suppliche e animò i due leoni. Quest’ultimi si trasformarono nei protettori di Salerno e divorarono senza pietà i minacciosi pirati.
Aldilà delle leggende, il Duomo di Salerno è un luogo che sa incantare. Varcata la soglia della cattedrale ci si ritrova immersi nella quiete e nel silenzio del cortile interno dove si percepisce l’influenza arabo-normanna del periodo. Anche il campanile con i suoi 52 metri di altezza lascia letteralmente a bocca aperta.

La più bella vista del centro storico di Salerno: il giardino della Minerva

Proseguendo da via Duomo si procede in salita verso il giardino della Minerva. Si tratta di un orto botanico terrazzato risalente addirittura al 1300. Qui, testavano i principi attivi delle piante gli allievi della Scuola Medica Salernitana, che viene considerata la prima università di Medicina in Europa.
Da quassù si può godere di una vista mozzafiato sul golfo di Salerno: da un lato la costiera Amalfitana e dall’altro la Costa del Cilento ti offriranno uno scorcio a dir poco paradisiaco. Prima di riprendere il cammino, non può mancare una sosta nella tisaneria artigianale dell’orto, dove è possibile assaporare conturbanti infusi realizzati con le piante aromatiche e le spezie provenienti dall’orto stesso.

A respirare sul lungomare di Salerno

Pensi a Salerno ed immagini il mare. Di conseguenza, questo piccolo tour nel centro storico di Salerno non può che concludersi con un “fuori pista” sul lungomare. Prima di lasciare il borgo medievale c’è ancora il tempo per una capatina al Rione Fornelle.
Questa piccola enclave del centro di Salerno ha dato i natali al poeta Alfonso Gatto. Nel 2014 la Fondazione creata in onore dell’artista ha lanciato il progetto “Muri d’autore”, con l’obiettivo di saldare ulteriormente il legame tra il poeta e la città. Così, i vicoli del rione si sono riempiti di suggestive opere di street art ispirate ai componimenti di Alfonso Gatto e a tutti quegli uomini di cultura che hanno segnato la Campania e l’Italia, come Pino Daniele, Totò e Massimo Troisi.

Tra Salifornia Beach ed il Crescent

Il lungomare di Salerno si sviluppa per circa un chilometro e mezzo. Al tramonto i colori del mare e del cielo danno vita ad uno spettacolo imperdibile. Uno dei posti migliori per osservare tutta la sua bellezza è la spiaggia di Santa Teresa, soprannominata dai più giovani “Salifornia Beach”. Con i suoi gradoni in legno ed il suo chioschetto è anche uno dei luoghi più indicati per fare aperitivo ascoltando il rumore delle onde.
Una meta da non perdere sul lungomare di Salerno è Piazza della Libertà, la piazza sul mare più grande d’Europa. Progettata dall’architetto spagnolo Ricardo Bofill si estende per circa 28mila metri quadrati caratterizzati da affascinanti geometrie normanne. La piazza è ormai diventata il simbolo della nuova architettura della città.
Inoltre, una parte è racchiusa nell’attraente mezzaluna chiamata “Crescent”, mentre l’altro versante dello spazio protende direttamente verso il mare. Il punto più vicino all’acqua è il cosiddetto “diamante”, dal quale è possibile ammirare la Stazione Marittima a forma di ostrica progettata dall’architetto Zaha Hadid.
A proposito di porti, poco distanti dalla piazza sono raggiungibili il Molo Manfredi e il Porto Turistico Masuccio Salernitano, dal quale partono quotidianamente i traghetti alla scoperta delle bellezze della Costiera Amalfitana.
Il nostro tour alla scoperta del centro storico di Salerno e dei suoi dintorni si conclude qui. Dopo tutto questo vagare è però più che mai doveroso un goloso break: ti aspettiamo nel nuovo store di Gusto 17 in Piazza Sedile di Portanova. La bontà del nostro gelato artigianale è il modo migliore per far naufragare le papille gustative in un mare di sapori capaci di raccontare un territorio unico come la costiera.

Published by

Related Posts